fbpx

News

Vetrocamera e basso emissivo, quali differenze?

Il vetrocamera e il vetro basso emissivo sono la stessa cosa? Come distinguerli? Ecco una breve guida per capire le differenze e orientarci nella scelta del vetro più adatto ai nostri infissi.

Vetrocamera: la scelta per gli infissi

 

Il vetrocamera è la tipologia di vetro ormai utilizzato per la produzione di serramenti. Il motivo risiede nel fatto che questo tipo di soluzione consente un maggiore isolamento termico e acustico dovuto proprio alla sua struttura e composizione.

In questo tipo di vetro coesistono due vetri, uno esterno e uno interno, ai quali si frappone una intercapedine riempita ad aria o, ancor meglio, a gas.

Il vetrocamera serve a isolare meglio le nostre abitazioni poichè la presenza di due vetri e della camera tra loro impedisce la dispersione di calore.

Ma se quindi già serve a migliorare le prestazioni energetiche della casa, a cosa serve un vetro basso emissivo? Che differenza c’è tra queste due tipologie?

 

schemia basso emissivo vetrocamera

Vetrocamera e vetro basso emissivo: differenze

Quali sono le proncipali differenze tra un vetro basso emissivo e un vetrocamera? Entrambi sembrano migliorare le prestazioni energetiche e  l’isolamento termico dell enostre case.  per capire come si differenziano andiamo ad approfondire alcuni aspetti.

Il vetrocamera è un tipo di vetro costituito da due o più lastre di materiale singolo o stratificato, quest’ultimo ricoperto da un film di PVB che ne migliora la resistenza.  In base allo spessore dei vetri e a quello dell’intercapedine si ha un maggiore o minore isolamento. Grazie ai distanziatori posizionati tra i vetri si aumenta maggiormente il fattore isolante. I gas rispetto all’aria offrono maggiore protezione contro la dissipazione del calore.

Il vetro basso emissivo è un tipo di vetro tecnologicamente più avanzato realizzato in maniera da respingere  i raggi infrarossi, responsabili del passaggio del calore dall’interno verso l’esterno. Si tratta di vetri rivestiti con ossidi e metalli che lasciano passare la luce, ma respingono il calore.

Quindi si parte da un vetro semplice detto float e si sviluppa questo rivestimento che lo rende isolante. Se il rivestimento è depositato sul vetro esterno per impedire il passaggio da fuori a dentro del calore allora abbiamo un vetro selettivo.

Ormai però è possibile trovare vetri isolanti basso emissivi selettivi per performance ottimali.

 

La combinazione vincente per il risparmio energetico

 

Il vetro basso emissivo  può essere quindi utilizzato nella realizzazione di un vetrocamera invece di un semplice float.

Ecco perchè la soluzione più adatta in termini di prestazioni energetiche è il vetrocamera basso emissivo selettivo  con intercapedine a gas. Questo tipo di soluzione presenta tutto ciò che c’è di meglio in termini di isolamento termico.

In ogni caso ricordiamo sempre che la qualità dell’infisso deve essere un fattore centrale di scelta e della posa in opera che deve essere effettuata in maniera adeguata per non vanificare l’acquisto di serramenti ad alte prestazioni energetiche.

 

Per essere sicuri di acquistare il meglio dei vetrocamera basso emissivo sul mercato e di ottenere il massimo dalla posa in opera rivolgiti a Coges Divisione infissi, specialisti dei serramenti di Cosenza e provincia. Visita il nostro showroom di Acri (CS) o chiama lo 0984941205.