News

Riapertura Coges 4 maggio, si riparte!

La riapertura Coges diventa realtà. Dopo questo lungo periodo di chiusura, incertezze e ansie, dal prossimo 4 maggio siamo pronti a ricominciare per  dare ai nostri clienti il meglio degli infissi e dell’assistenza che ci contraddistinguono da sempre. Ecco come abbiamo trascorso il lockdown e come gestiremo il ritorno alle attività.

Per la nostra azienda, come per tutto il mondo, il coronavirus è stato un fulmine a ciel sereno. D’improvviso ci ha costretto a fermare le nostre attività e la nostra quotidianità per quasi due lunghi mesi. Ma nonostante questo, abbiamo cercato di resistere cercando di pensare e ripensare le nostre giornate per restare sempre attivi e virtualmente vicini ai nostri clienti in questo periodo di quarantena. Abbiamo anche pensato al futuro,  a quando avremmo potuto riaprire. Ora questo momento sta per trasformarsi in realtà.  Vogliamo quindi rassicurare i nostri clienti che siamo pronti alla fase 2 e dal 4 maggio 2020 torneremo ad operare nella sicurezza più totale per tutti.

Lockdown in smart working per migliorarci

Il lockdown ha costretto molti di noi a dover ripensare la nostra quotidianità e le nostre abitudini. Per la nostra azienda, la quarantena  ha significato uno stop alla maggior parte delle attività.

Abbiamo dovuto interrompere il cuore del nostro business. Accettare questa situazione è stata molto dura per tutti noi.  Ma la necessità di scongiurare il diffondersi del contagio coronavirus era sicuramente più importante. Nonostante tutto, grazie alla possibilità che ci offrono oggi le tecnologie, siamo riusciti ad affrontare il lockdown in smart working.

Cercando di trasformare questo periodo in una opportunità, ci siamo dedicati alla formazione a distanza per tenerci sempre al passo e cercare di ritornare al lavoro migliori e  più competenti di prima.

Vicini ai clienti

La chiusura fisica del laboratorio e dello showroom non ci hanno impedito di rimanere vicini ai nostri clienti. Lo stop alle attività produttive hanno sicuramente causato un rallentamento o un arresto della fornitura dei materiali, o della lavorazione e assemblaggio degli infissi. Ma abbiamo fatto di tutto per far si che i nostri clienti non si sentissero abbandonati. Siamo stati costantemente in contatto con loro, monitorando la situazione. Con l’evolversi di quest’ultima, abbiamo costantemente aggiornato i nostri clienti sulla data possibile della fornitura.

Telefonicamente, abbiamo anche cercato di fornire assistenza, nei limiti di quel che si può fare virtualmente. Il lockdown non ci ha permesso di fornire assistenza sul posto?  Ecco che abbiamo pensato di realizzare articoli e video per offrire alcuni consigli su come risolvere piccoli problemi che si possono verificare in casa. Saranno sicuramente utili anche in futuro.

Ma ora che siamo pronti a ripartire? Come ci siamo organizzati per la fase 2?

Coges Divisione Infissi riparte con le attività!

Vieni a trovarci presso il nostro showroom per scegliere i migliori infissi e la posa in opera di qualità garantita!

Riapertura Coges 4 maggio 2020: pronti alla fase 2

Inutile dirlo! Per noi la riapertura di Coges è fonte di gioia e sollievo. Poter ritornare a produrre, assistere e ricevere i clienti  significa ritornare in qualche modo alla normalità. In qualche modo, perché siamo consapevoli che di sicuro ancora non potrà essere tutto come prima. Ecco perché in questa fase 2 l’azienda punterà sulla sicurezza del personale e dei clienti, per far si che non vi siano rischi per la salute e il pericolo di contagio coronavirus. Ecco come sarà la ripartenza per noi di Coges.

Misure contenimento rischio biologico covid 19

Per riprendere le attività attueremo delle rigorose misure di contenimento del rischio biologico da covid 19. Il nostro settore e il nostro mestiere sono normalmente regolati da normative che tutelano la salute dei nostri lavoratori. Che sia il laboratorio, il cantiere o l’assistenza, prendiamo  la salute del nostro personale molto seriamente. Nel nostro lavoro, l’uso di dpi, dispositivi di protezione individuale, è all’ordine del giorno. Ma adesso più che mai bisogna adottare misure stringenti.

Il nostro personale sarà dotato di tutti i dispositivi di protezione necessari, dovrà osservare le distanze di sicurezza e seguire le norme igieniche ormai diventate imprescindibili. L’azienda seguirà tutti i protocolli e relative integrazioni previste dal governo per ridurre al minimo la possibilità di un contagio da coronavirus. Questo significherà anche misurare all’occorrenza la temperatura all’ingresso del posto di lavoro, limitare i contatti con gli autotrasportatori e pensare a turnazioni che garantiscano le distanze sociali. A questo proposito ci siamo dotati di cartellonistica atta a ricordare tutte le norme da seguire sia in laboratorio che nei cantieri.

La sanificazione degli ambienti verrà garantita in maniera giornaliera e periodica per  igienizzare e disinfettare gli ambienti comuni, inclusi i mezzi.

Accesso showroom

L’accesso al nostro showroom avverrà nel rispetto delle norme igienico-sanitarie previste e delle necessarie distanze sociali. Siamo pronti ad accogliere i nostri clienti e a dare loro a consulenza che abbiamo sempre fornito garantendo il massimo dell’igiene. I locali saranno sottoposti a sanificazione e areazione periodica.

Il numero di clienti che potremo ricevere dovrà essere tale da garantire il rispetto delle distanze sociali. Per questo vi invitiamo a contattarci per avere sempre informazioni aggiornate o programmare una visita e una consulenza gratuita.

Consegna prodotti e montaggio infissi

La quarantena ci ha impedito di portare a buon fine le consegne previste.  Nell’ottica di ridurre al minimo i disagi, abbiamo cercato di ragionare insieme ai nostri fornitori per trovarci pronti al momento della riapertura di Coges. Nel mese di maggio e giugno porteremo a termine le consegne previste prima del lockdown e sospese a causa di esso.

Per quanto riguarda montaggio infissi ed assistenza, anche questi riprenderanno nel rispetto della sicurezza del personale e dei clienti. La sicurezza ci impone di ridurre al minimo necessarie le squadre di montaggio e assistenza, ma senza inficiare la qualità della posa in opera o del servizio offerto. Il nostro personale sarà dotato di tutti i dpi necessari: non solo guanti e mascherine, ma anche visiere, tute usa e getta e occhiali protettivi.

Siamo contenti di poter tornare al vostro fianco per offrire il meglio dei serramenti.  Grazie a tutti i nostri clienti che ci sono stati vicini e dal 4 maggio 2020 ripartiamo fiduciosi nella ripresa!