vgo('process');

Chiedici il massimo,
goditi il risultato

Cookie policy

Hai voglia di rinnovare i tuoi spazi e prenderti finalmente del tempo per quelle operazioni di ristrutturazione che rimandi da tempo? Questo potrebbe essere il momento giusto: il bonus per ristrutturare casa è garantito anche per il 2022, con possibilità di proroga fino al 2024.

Si tratta di una delle novità più attese della Legge di Bilancio 2022, che ha come obiettivo quello di favorire gli investimenti in ambito edilizio per migliorare l’efficienza energetica degli edifici e la loro resistenza sismica.

Ma in che cosa consiste il bonus ristrutturare casa? Quali spese copre? E come richiedere il rimborso? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

In questo articolo di Coges Infissi approfondire come funziona il Bonus per ristrutturare casa, come richiederlo e come ottenerlo.

Bonus ristrutturare casa: che cos’è?

La Legge di Bilancio 2022 conferma che il bonus per ristrutturare casa permetterà ai contribuenti di avere uno sgravio fiscale del 50% con un tetto di spesa massimo di 96.000 euro. Il bonus vale sia per le case indipendenti sia per i condomini e include spese di manutenzione ordinaria e straordinaria. In alternativa alla detrazione fiscale, si può optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito.

Tra le spese che rientrano nel bonus troviamo anche i lavori di ristrutturazione di parti comuni dell’edificio, l’eliminazione di barriere architettoniche e la messa in atto di attività per il risparmio energetico.

Anche la sostituzione di infissi e serramenti rientra nel bonus per ristrutturare casa, perché questa tipologia di lavori è considerata manutenzione ordinaria e permette il miglioramento energetico dell’edificio.

Grazie al bonus puoi quindi rinnovare infissi e serramenti e installare nuove finestre, portefinestre e lucernai beneficiando di uno sgravio fiscale.

Bonus ristrutturazione: chi può accedervi

Devo ristrutturare casa: cosa devo fare per accedere al bonus? Innanzitutto, il bonus può essere richiesto da tutti i contribuenti soggetti al pagamento delle imposte sui redditi e che sostengono le spese elencate al paragrafo precedente.

Puoi richiedere il bonus se sei:

  • proprietario o nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatario o comodatario;
  • socio di cooperative;
  • un imprenditore;
  • una società;

Se svolgi un lavoro autonomo, ricordati che le spese sostenute per l’acquisto dei materiali rientrano nel bonus per ristrutturare casa.

Bonus casa 2022: come funziona e come richiederlo

Come ristrutturare casa usufruendo del bonus? Come prima cosa, se i lavori effettuati hanno come obiettivo il risparmio energetico, entro 90 giorni dalla data in cui sono stati ultimati, bisogna inviare la scheda con le spese effettuate all’ENEA, tramite il suo sito web.

Poi, come anticipato, il bonus può essere richiesto in forma di sgravio fiscale, sconto in fattura o attraverso il credito d’imposta.

Per ottenere il bonus sotto forma di sgravio fiscale è necessario compilare la dichiarazione del redditi, tramite il modello 730. Ricordati quindi di conservare documenti e fatture legate alle spese, come:

  • ricevute dei bonifici di pagamento;
  • eventuali autorizzazioni all’inizio dei lavori;
  • fatture delle spese sostenute;
  • ricevute dei bonifici effettuati;
  • eventuale consenso del possessore dell’immobile.

La detrazione sarà divisa in 10 quote di importo uguale, da utilizzare annualmente a partire dall’anno successivo a quello dei lavori. Ad esempio, se installi dei nuovi infissi nel 2022, puoi usufruire della detrazione a partire dalla dichiarazione dei redditi del 2023.

Se intendi beneficiare del bonus tramite uno sconto immediato in fattura, pagherai soltanto il 50% del totale in fattura. Per la cessione del credito, dovrai invece portare le fatture a soggetti autorizzati (banche, istituti finanziari, fornitori). In entrambi i casi, l’operazione andrà comunicata all’Agenzia delle Entrate tramite il loro sito web entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui hai sostenuto le spese di ristrutturazione.

Se vuoi approfittare del bonus per ristrutturare casa nel 2022 affidati a Coges Infissi: il team sarà felice di fornirti una consulenza gratuita.