News

Infissi per arredamento minimal

Arredamento minimal, quali infissi scegliere

L’arredamento minimal è la tendenza degli ultimi anni in fatto di design di interni. La caratteristica principale di questo stile è la pulizia delle forme, la semplicità.

Nel minimal tutto è importante e valorizzato, dal dettaglio più piccolo a quello più grande. Si prediligono le linee moderne e ordinate, per dare un’idea di eleganza e raffinatezza.

Al contrario di quello che potrebbe sembrare, questo stile non è affatto freddo, ma è caratterizzato dall’utilizzo di colori caldi che donano armonia agli ambienti rendendoli più accoglienti.

In una casa minimal si tiene conto di tutto, ogni oggetto, anche quelli normalmente trascurati come porte e finestre.

Se stai pensando ad uno stile minimalista per l’arredamento della tua casa, allora leggi questo nuovo articolo di Coges infissi. Scoprirai perché è importante scegliere gli infissi giusti.

Cosa devi sapere sull’arredamento minimal

Less is more è la prima regola dello stile minimal. Via tutto ciò che non è utile. Nelle stanze della casa solo mobili funzionali, niente ornamenti.

Le forme geometriche e squadrate si sostituiscono a quelle più armoniose. Le pareti vengono lasciate perlopiù libere, gli armadi sono inseriti dietro appositi pannelli così da dare l’idea della continuità.

La pulizia dell’ambiente e il senso di ordine è dato anche dai colori: lo stile minimalista, infatti, si distingue per la scelta di tinte chiare, soprattutto il bianco e le sfumature del beige o del grigio.

Inoltre, segno distintivo dello stile è anche l’utilizzo di materiali trasparenti e superfici lucide, tipo il vetro e l’acciaio. Lo scopo, oltre a rendere l’ambiente più elegante, è quello di illuminare maggiormente alcune stanze della casa.

Questo stile, dunque, ha numerosi aspetti positivi che influenzano il modo di vivere gli ambienti:

  1. Maggiore comfort, dato dal fatto che in casa è presente solo ciò che è indispensabile;
  2. Pulizie più facili e veloci, proprio per la presenza di pochi mobili e, soprattutto, l’assenza di oggetti ornamentali;
  3. Ambienti freschi e puri, grazie all’utilizzo di materiali come vetro e legno;
  4. Più luce naturale;
  5. Eleganza e originalità, che permetteranno alla tua casa di distinguersi.

Dunque, l’arredamento minimalista esclude tutto ciò che non è utile e dà maggiore importanza agli arredi di cui non si può fare a meno: divani, poltrone, tappeti, porte e finestre.

Nel prossimo paragrafo vedremo quali finestre sono più adatte a questo stile.

Finestre per la tua casa in stile minimal

In accordo con le caratteristiche dello stile minimal, ovvero la pulizia e le linee semplici, le finestre migliori per questo tipo di arredamento sono quelle in PVC e quelle in legno alluminio.

In moltissime case si sceglie di installare finestre scorrevoli in PVC. Le motivazioni sono sostanzialmente di natura pratica:

  • Molti modelli tra cui scegliere;
  • Diverse colorazioni, sia lucide che opache;
  • Si adattano a tutti gli stili della casa, anche al minimal;
  • È la soluzione perfetta per illuminare gli interni;
  • Dona alla stanza continuità tra interno ed esterno.

Chi sceglie le finestre in PVC per lo stile minimal, opta solitamente per superfici a tinta unita e lisce. Inoltre, i colori neutri sono molto più adatti e si prestano anche ad un cambio futuro di arredamento.

Le finestre in legno alluminio, invece, sono costituite da una struttura in legno e uno strato di alluminio esterno molto sottile, che rende la finestra più robusta.

I materiali di questi infissi donano alla stanza un aspetto naturale, incontaminato, quasi ‘’zen’’. Per questo motivo si abbinano molto bene ai mobili in legno o in altri materiali naturali.

Dunque, per fare in modo che siano perfettamente inserite nel contesto, nella scelta degli infissi devi sempre tener conto di alcuni aspetti:

  • L’arredamento;
  • I pavimenti;
  • Le pareti.

Nell’arredamento minimal, dunque, le finestre giocano un ruolo essenziale, perché possono cambiare notevolmente l’aspetto della stanza in cui sono inserite.

Discorso molto simile vale per le porte. Vediamo quali tipologie sono più adatte ad uno stile minimal.

Porte in stile minimalista per l’arredamento della tua casa

In questo tipo di arredamento anche le porte rivestono un ruolo importante. Se inserite bene nel contesto, infatti, possono creare un effetto di continuità che contribuisce a rendere gli spazi più ampi e fluidi.

Quando si parla di stile minimalista, le tipologie di porte più adatte sono tre:

  1. Porte di vetro per interni;
  2. Filo muro;
  3. Porte a scomparsa per interni.

Le prime sono maggiormente utilizzate nelle case piccole e con poche finestre. Sono molto resistenti, al contrario di quello che si potrebbe pensare, e permettono di spaziare molto riguardo ai modelli.

Ci sono modelli interamente in vetro, che favoriscono l’illuminazione naturale degli ambienti, oppure modelli che combinano legno e vetro. Quest’ultima tipologia è spesso utilizzata per l’arredamento minimal della cucina.

La caratteristica delle porte filo muro è che una volta chiuse diventano un tutt’uno con la parete. Infatti, non presentano stipiti, cornici e coprifili. L’effetto è dato dal fatto che, nella maggior parte dei casi, sia la parete che la porta sono tinteggiate dello stesso colore.

In questo senso, anche le porte interne a scomparsa si inseriscono completamente nel muro permettendo di guadagnare spazio. Vengono principalmente utilizzate per l’arredamento minimal del bagno e si possono trovare anche nella variante moderna a tutta altezza.

Questa tipologia di porta dà la sensazione che sia tutta la parete a muoversi quando la porta viene aperta. Se non hai intenzione di effettuare lavori troppo impegnativi, allora puoi optare per le porte con carrello esterno, ugualmente eleganti, ma leggermente più ingombranti.

Se intendi impreziosire la stanza, donando un tocco di originalità ed eleganza, puoi arricchire i tuoi infissi minimal con maniglie di classe e raffinate. Ad esempio, puoi pensare di unire tecnologia e design scegliendo per i tuoi serramenti le maniglie Shuco.

L’importante, quando scegli la porta o la finestra giusta per la tua casa, è tener conto dello stile dell’arredamento, così da creare un ambiente armonico e perfettamente coerente.

Arredamento minimal chic in base allo stile della tua casa

Naturalmente, a seconda dello stile e dell’arredamento della tua casa, preferirai alcuni tipi di infissi al posto di altri. Come capire quale infisso fa maggiormente al caso tuo?

Vediamo tre tipologie di infissi associate a tre diversi stili di arredamento, tutti ovviamente espressioni dello stile minimalista:

Stile industriale

L’arredamento minimal industriale non è affatto banale. Basato sul fascino metropolitano, con ispirazioni di design vintage. Un arredo che ricorda le industrie appunto, giocando con materiali riciclati e oggetti inizialmente nati con un utilizzo, ma riconvertiti a scopi totalmente diversi.

Nella maggior parte dei casi, si preferisce adottare lo stile industriale per l’arredamento minimal del soggiorno.

Per questo stile, dunque, sarà perfetto un infisso in PVC squadrato, essenziale, molto lineare, che ricorda gli infissi delle grandi fabbriche.

Stile classico moderno

Questo stile gioca sull’accostamento di arredi e oggetti apparentemente distanti e diversi. Combina elementi più tradizionali ad altri moderni, creando un effetto elegante e originale, ma mai eccessivo. Per esempio, il legno si unisce a materiali moderni, come i vari tipi di metalli.

L’infisso adatto per questo stile sarà caratterizzato da linee armoniose e raffinate. In questo caso puoi optare per forme leggermente arrotondate, per far sì che l’infisso si inserisca nel contesto senza risultarne staccato.

Se sei amante dello stile classico, alle finestre puoi aggiungere le caratteristiche inglesine, per dare alla stanza un aspetto più vintage.

Stile scandinavo

Come si evince dal nome, questo stile arriva direttamente dai paesi nordici. La cosa più importante di questo arredo è l’esaltazione della materia prima. Infatti, vengono utilizzati principalmente materiali 100% naturali.

Negli infissi per lo stile scandinavo prevalgono colori chiari e puri, come il bianco, il panna, il grigio e ogni sfumatura del legno.

I profili degli infissi saranno molto leggeri e snelli, per evitare che la luce venga schermata e favorire così l’illuminazione naturale degli ambienti.

I materiali naturali saranno anche in grado di garantire isolamento acustico e termico e proteggeranno dagli agenti atmosferici.

Molte di queste soluzioni sono anche molto convenienti dal punto di vista della sostenibilità ambientale, perché realizzate con materiali totalmente riciclabili.

Vuoi scoprire qual è l’infisso più adatto allo stile minimal della tua casa?

Affidati a Coges Divisione Infissi e richiedi una consulenza gratuita ai nostri professionisti:

Contattaci per info, consulenza gratuita e preventivi